Avventura sul Monte Gaja

      4 Comments on Avventura sul Monte Gaja

Come tutti ben sapete, il matrimonio non è solo rose e fiori: c’è anche la corsa.

E quando dico “corsa” per mia sfortuna non mi riferisco a Letitia Casta, bensì proprio all’infelice pratica di muoversi a piedi da x ad y nel modo più faticoso possibile.

Se siete fedeli seguaci anche di larryetsitalia.netavrete già scoperto, grazie all’indiscreto Attackpoint (aka Diario degli Acciacchi), che Zzi mi trascina agli “allenamenti atletici” che organizza per i membri della nostra giovane, ma rispettabile società, ai quali tutti tirano giustamente indietro il culo, e ci ritroviamo sempre solo io, Zzi, e un martire variabile tra il Previdente Presidente, il Brioso Ballerino, il Dinamico Matematico, il Celere Capellone e Marko con la K, ossia colui che ha tirato su la pagliuzza più corta quando hanno estratto a sorte quello che doveva prendere parte alla farsa dal titolo “facciamo credere a Larry che non sia tutta una scusa per far correre lei“.

Qualche giorno fa sono stata trascinata sul percorso Basovizza – Gropada – Basovizza, che detto così sembra la Liegi – Bastogne – Liegi, invece è un giretto dove l’atleta più estremo è una nonna che spinge un passeggino, dove ho subito una terribile aggressione.

Vi racconto solo a voce la mia disavventura (che potete ascoltare direttamente dal post o scaricandola dalla mia pagina iTunes, cliccando qui nel post o sul mio faccione a lato), e per il testo e le (strepitose) immagini vi rimando al mio post su Larry&Tsitalia.

 

 

4 thoughts on “Avventura sul Monte Gaja

  1. Francy

    Ok ma… già non riesco a guardare una farfalla senza pensare a te, ora mi tocca fare lo stesso anche per ogni spallina di reggiseno????

    Complimenti per il pupolo, divertente come sempre!!

  2. Dario

    dopo aver detronizzato Belen e il suo tatuaggio, ha sbaragliato tutte le tesimonial di lingerie del globo, incredibile…

  3. Larry

    E pensare che questo è il portatette buono, figuriamoci quelli cenciosi come son ridotti.

    Darietto, dicci la tua su «Non si capisce il motivo», già che ci sei (non che a questo punto della votazione il tuo contributo sia determinante, ma puoi ancora ribaltare l’esito facendo esprimere amici e parenti)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *