GIOCO A PREMI “Non si capisce il motivo” [manche 2]

 

Bentornati, cari Piccoli Lettori, all’amato appuntamento con il gioco a premi che vi fa vincere un cellulare.

Riepilogo brevemente regolamento e situazione, in caso qualche sbadato non ricordasse i recentissimi sviluppi.

Vince la manche il primo che indovina qual è il motivo eseguito da Larry-di-Larrycette in  persona al piano Schroeder e dà la risposta nei commenti (non vale dire “io lo avevo pensato prima”).

Se il vincitore è iscritto al blog prende due punti; se è un lettore di passaggio ne prende uno solo.
Iscrivetevi al blog e raddoppiate subito il vostro punteggio!

Non appena un concorrente raggiunge i 30 punti, lo si decreta vincitore e il gioco finisce. Se alla fine dell’anno nessuno avrà raggiunto tale punteggio, vincerà chi avrà più punti.

Nella manche numero 1, The Speaker si è aggiudicato 7 punti (2 per la risposta + 5 di bonus).
Nella manche numero 1.1, che metteva in palio 5 punti per darci una botta, ha risposto correttamente per primo Dario.

 

 

Dunque la classifica attuale è
The Speaker: 7
Darietto: 5

Ci sarà un pareggio? Ci sarà una fuga? Un nuovo, abilissimo, piccolo lettore insidierà la supremazia dei campioni di orienteering?

Non vi resta che giocare!

Share Button
Iscriviti al blog

10 thoughts on “GIOCO A PREMI “Non si capisce il motivo” [manche 2]

  1. Dario

    anche se ti sei impegnata a suonarla peggio che potevi, l’ho riconosciuta!
    “Ci vuole un fiore”, Testo di Gianni Rodari Musica di L. Bacalov – S. Endrigo

    quasi quasi mi abbono
    merda! ho provato, ma non mi lascia iscrivermi!!! è un complotto!!
    voglio i due punti!!!

  2. Larry

    Come hai fatto?

    Sul serio, come hai fatto a indovinare? Sei bravissimo… o musicalmente scarsissimo se t’è parso un motivo noto.
    Ad ogni modo, è esatto: 2 punti per Darietto che è come-iscritto per quanto è presente e attivo.

    … dunque, abbiamo il pareggio.
    Che suspance, eh?

  3. tati

    più che chiedermi come abbia fatto dario ad indovinare (bravissimo), faccio un passo indietro e mi chiedo ‘ma dove ‘caspiterina’ le trovi ste canzoni? cioè voglio dire, come diavolo ti vengono in mente?

  4. Dario

    ma è un caposaldo della musica di tutti i tempi!
    soprattutto per i bambini, ma sono pur sempre stato bambino anch’io.
    Ho dovuto farmi aiutare da google solo per il titolo, perchè avrei scritto “per fare un tavolo”, o “per fare un albero”
    Stegal, ti ho preso!!!
    e alla prossima manche di novembre di supero…

  5. Francy

    Non sbatterò la testa sui muri per esser arrivata tardi, dubito fortemente che mi sarei avvicinata! Anche se mi ero ripromessa di citare canzoni a caso…..
    Bravo Dario!

  6. Larry Post author

    Sì, bon, complimenti a Dario, che però non occorre che faccia tutto ‘sto sarcasmo.

    A Tati posso dire che la scelta dei brani da eseguire non è poi tanto difficile: sia dato l’insieme finito di tutti i brani musicali composti nel mondo nei secoli; da esso si escludano i brani che io non conosco, ovvero tutto quello che è stato fatto fino al 1950 (peccato, perché Buxtehude sul pianetto poteva darci delle soddisfazioni), salvo irrilevanti eccezioni; dai brani rimasti si escludano quelli di Springsteen e Capossela (per dispetto alla Giraffa); tra i brani rimasti si scelgano quelli che si possono eseguire su un pianetto di 16 tasti; tra essi si selezionino, infine, quelli che io “riesco” a “suonare”.
    Temo che non ne esistano abbastanza per finire il gioco!

  7. Nini

    Ah mannaggia, l’avevo riconosciuta anche io! Se fossi stata più tempestiva avrebbi tenuto delle possibilità XD

  8. Larry Post author

    Non posso credere che siate così orecchiuti, mi darete un sacco di filo da torcere e questo gioco non finirà mai.

    State pronti, state in campana, perché contrariamente alle illazioni di certi criticoni (pur galantuomini), la prossima manche è imminente.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *