“L’hai voluto tu, orientista di merda”

      2 Comments on “L’hai voluto tu, orientista di merda”

… sarebbe stato un titolo di sicuro successo, che avrebbe fatto impennare la mia già elevata popolarità all’interno della FISO, perfetto per un post che avevo iniziato ad elaborare, ma poi gli eventi sono precipitati, impedendomi di usare questo bel titolo.

Permettetemi di rendervi edotti sull’accaduto.

 

Un ottimo “piano”

Recentemente questo blog ha raggiunto il traguardo prestigioso, e preoccupante al tempo stesso, dei 900 post.
Per celebrare l’avvenimento avevo in mente di lanciare un contest con un piccolo premio: ispirandomi chiaramente al famoso concorso dell’orientista più affascinante del mondo (iscrivetevi al suo blog, mipiacciate la sua pagina, seguitelo su Twitter, fate qualcosa – perdinci – così potrete dire che Larrycette è stato utile, una volta tanto) , vi avrei chiesto di indovinare il titolo di un libro dalla suggestione di un’immagine che, autocitandomi come solo io so fare, sarebbe stata questa:

A questo punto, il titolo del post perdeva ogni sospetto di offensività e si palesava per il colossale suggerimento che era (avevo anche fatto un beta test per essere certa che si capisse); ma tanto, ormai, ci eravate cascati tutti ed eravate accorsi a leggere… ORA CONTINUATE!

 

Un contenuto eccezionale e un prevedibile imprevisto

Poi ho pensato che non era giusto – in un’occasione così solenne – fare un regalo a un solo lettore (che tanto sarebbe stato Giulio… braaavo Giulio) e, al contempo, che volevo che il numero 900 fosse un post di grande valore contenutistico, capace di conservare attrattiva anche in futuro, al contrario di un giochetto divertente, ma estemporaneo.

… ma poi gli eventi sono precipitati, e sappiamo tutti cosa è accaduto il tre dicembre.

Nel frattempo, però, il miglior articolo possibile per l’ultimo periodo dell’anno era arrivato nella mia casella di posta (perché per offrire ai miei Piccoli Lett-ori un contenuto di qualità, mi sono dovuta mettere nelle mani del più in gamba in circolazione).

Potrei aspettare il traguardo del millesimo post, ma data la mia idiosincrasia agli obiettivi, rischio di far chiudere il blog.
Inoltre, non sono esattamente il tipo che sa tenere un segreto, o fare una sorpresa riuscita (non so se vi ricordate il trentacinquesimo compleanno di Zzi…).

 

… ed eccoci ad oggi

 

Ho deciso, quindi, di chiudere l’anno in bellezza, pubblicando da domani

 

La verità, tutta la verità, niente altro che la verità sui

WOC 2104

che, per i miei Piccoli Lettori senza bussola, sono i campionati del mondo di orienteering, che la scorsa estate si son svolti fra Veneto e Trentino, e davanti ai quali io non so che articolo mettere (i vu-o-cci? Gli uòcc? La fonetica mi ucciderà).

Ciò che pubblicherò non lo troverete sugli organi ufficiali, anche perché il rispetto di sintassi e ortografia rende l’articolo inadeguato a certe testate.
La stampa di regime non vi racconterà quello che questo testimone – di cui non rivelo l’identità per tutelarlo – ha visto, ma la gente deve sapere.
Qualcosa è trapelato dalle testate più informate, e da allora abbiamo tutti l’acquolina in bocca perché vogliamo conoscere i dettagli succulenti…

Larrycette ve li servirà in comode porzioni da domani.

 

2 thoughts on ““L’hai voluto tu, orientista di merda”

  1. The Speaker

    Qualcuno dovrà andare a vivere in una grotta finché dell’orienteering non ci sarà più traccia… :-(

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *