Risultato Rampigada Santa: il vincitore è…

      3 Comments on Risultato Rampigada Santa: il vincitore è…

♥ THE SPEAKER! ♥

 

Ovviamente mi riferisco al concorso che metteva in palio il buono sconto da 360bikestore del mio pacco gara, indetto qualche giorno fa, che richiedeva di indovinare il mio tempo di gara.

Se siete interessati ai risultati della Rampigada Santa, li trovate sul sito dell’associazione Spiz.
Per la cronaca, il più veloce in assoluto è stato il ciclista Alessandro Magli, il corridore più veloce è stato Giovanni Nicolettis, mentre la prima donna è stata Federica Bazzocchi (podista), dalla quale ho preso “appena” dieci minuti. … dieci minuti su due chilometri, ma va be’…

Io ho concluso la mia gara in 23’14”, che non è un gran tempo, ma è un peletto meglio dello scorso anno (-36″) e – soprattutto – è parecchio meglio di quello che mi aspettassi.
Ho abbassato il tempo dello scorso anno, come volevo.
Sono contenta?
No, ovvio che non sono contenta.
Ho fatto una fatica della madonna. Non dovrei fare tutta ‘sta fatica, ormai dovrei essere abbastanza allenata da compiere una prestazione simile senza rischiare visibilmente la vita.
Pare che io sia arrivata al traguardo bianca come un lenzuolo, il che, considerando che l’affanno fa diventare paonazzi e che, di solito, appena faccio quattro passi divento una lanterna cinese, la dice lunga su quanto sforzo mi abbia richiesto una performance meno che mediocre.
Per giunta, ho fatto il mio miglior tempo camminando per tutta la salita, e non correndo, perché sapevo che avrei fatto prima… insomma, ho barato, e nonostante questo ho fatto cagare.

Potrei raccontarvi la gara minuto per minuto, ma vi basti sapere che la notte prima è stata funestata da sogni a tema “orienteering” che mi vergogno di avere fatto; che pochi minuti prima della partenza della Rampigada Santa ho finalmente ritrovato Toni Lamponi e l’ho preso per un buon auspicio, ma mi sono spolmonata recuperare il tempo trascorso con lui andando alla partenza; che faceva un caldo assassino e io avevo la maglia del GUD, che è tanto figa, ma va bene per fare orienteering in Lapponia; che ho gestito la gara di corsa semplice come gestisco una gara di orientamento, ovvero perdendo un sacco di tempo e di energie facendo un sacco di strada inutilmente col mio procedere ondivago; che l’ho fatta tutta piegata in due e chiusa come una cozza, perché il mal di schiena mi stava levando la voglia di vivere, ma  – grazie soprattutto al massaggio della mia amica Angelina Jolie – le gambe non stavano malaccio, oppure ero troppo in trance per rendermene conto; che sono stata la più tifata, sia perché ero in condizioni tali che muovevo a compassione anche gli estranei, sia perché avevo una nutrita claque appostata al traguardo, fra cui la famiglia K (Feliks incluso), Brad Pitt ed Emilio G.

La giornata, poi, è proseguita molto bene, con lo “spuntino” a base di cotto arrosto, patate in tecia, crauti e senape, annaffiato di birra, incluso nell’iscrizione (da veri atleti!) e con un pasto concluso con la rinomata “pastacrema” di Mario a Draga Sant’Elia, dove la gatta più ruffiana del mondo si è lasciata tenere in braccio e accarezzare per una quarto d’ora buono.

E fra di voi, miei piccoli lettori, chi ha vinto (orientisti in gara a parte)?

 

Riepilogo le vostre scommesse:

 

Silvia: 25’10”
Giraffa: 28’20” (stronza)
Speaker: 23’45”
Giulia: 25’50”
Cri: 24’30”
Sissio: 26’27”
Giulio: 22′ (paraculo)
Emilio G: 20′ (paraculo al quadrato)
Massimo Dad2Tri Bottelli: 24’45” (ha scritto un e-book sul triathlon, a proposito)

Da twitter – che non sarebbe valido, ma tanto hanno perso tutti, tanto fa contarli:

@Madici_9: 26’32”
@PassoCapponi: 19’59 (king of paracules)
@luuurensa: 25’58”
@tedeschiviola: 18’35” (mi sa che ha letto il blog di un’altra)

 

E ora, con un artificio grafico di rara raffinatezza, vediamo come chi si è avvicinato di più sia…

@tedeschiviola: 18’35”
@PassoCapponi: 19’59
Emilio G: 20′
Giulio: 22′
TEMPO EFFETTIVO: 23’14”
Speaker: 23’45”
Cri: 24’30”
Massimo Dad2Tri Bottelli: 24’45”
Silvia: 25’10”
Giulia: 25’50”
@luuurensa: 25’58”
Sissio: 26’27”
@Madici_9: 26’32”
Giraffa: 28’20”

 

Dunque, lo Speaker si è aggiudicato il buono sconto di 360bikestore?
No.
Non c’era alcun buono sconto di 360bikestore nel pacco-gara.
Non avete idea di come ci sia rimasta di sale. C’erano un sacco di altri buoni: di Mathitech, di uno studio odontoiatrico, di un negozio di occhiali… ma non quello di 360bikestore, e ora il negozio è sparito dalla lista dei partner sulla pagina “montepremi” della gara.
Giuro che c’era, se lo ricorda anche Zzi.

Quindi lo Speaker si aggiudica il buono sconto di Mathitech, che è pure più figo, perché è dove abbiamo preso le bici noi.

(Ah, ovviamente il ritiro del premio spetta a lui)

3 thoughts on “Risultato Rampigada Santa: il vincitore è…

  1. The Speaker

    Chiamatemi Sentenza :-)
    Oh… dopo aver azzeccato anche una rilevante serie di pronostici ai Campionati Italiani di orienteering ed essere stato osannato da alcune staffette men che cagate persino dai propri compagni di squadra e che poi sono finite sul podio (come da me ampiamente previsto), mi piacerebbe per una volta pronosticare me stesso.
    Solo che la mia amica Sharon dice che è troppo facile contare gli X partecipanti e dire “Xesimo!”
    Che dire? Brava Larry!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *