Larrycette dieci volte sul podio di Gropada 2012 (senza muoversi dal gazebo dello Speaker)

Sottotitolo: Travolti dal solito arco dell’arrivo nel ventoso mattino del Carso

Un trionfo: altrimenti non si potrebbe definire il risultato di Larrycette alla gara di Gropada del 30 settembre 2012.

Fieri e ubbidienti, i miei piccoli lett-ori hanno risposto in massa al mio appello “andate e vincete” di domenica mattina e hanno portato un sacco di medaglie a questo blog. Pensavo di fonderle e farne uno stampo per torte a forma di bussola, forse due, dato l’ingente quantitativo di metallo a disposizione.

Nella fattispecie, sono saliti sul podio (in rigoroso ordine alfabetico):

Clizia (non so quanto assidua lettrice sia, ma ha lasciato un commento il 19.04.2011: vale!)
Cri
Darietto
Fascinosa Figlia
Giulian-o
Mamma di Fox (è sempre sorprendentemente informata sulle mie disavventure: o mi legge o ha qualcuno che le fa un report)
Marco con la C(ri) (lui sì ha sicuramente qualcuno che gli fa i report)
Marirosa
rem
Veloce Violinista

L’unico rammarico è di non aver mai lanciato il Fanta-O (mi erano state leggermente tarpate le ali, lo scorso gennaio a Venezia, a riguardo): a quest’ora la mia squadra guiderebbe la classifica e avrei finalmente delle soddisfazioni da questo insidiosissimo sport.

Aggiungono lustro a questo già eccezionale risultato: il secondo posto di Vantinina (che però non posso annoverare fra i lettori perché escludo che sappia leggere); il titolo regionale di Vantina; i comunque buoni piazzamenti di altri piccoli lett-ori della nostra giovane, ma ora rispettatissima, società; gli apprezzatissimi tracciati di Cris – L’idolo di Gropada; l’organizzazione efficiente coordinata dalla Coppia Presidenziale e attuata da nostra giovane, ma ora rispettatissima, società tutta (menzione d’onore a Madame-K e al suo compleanno immolato); la posa accurata delle lanterne effettuata, fra gli altri, da Zzi e dal Celere Capellone; la botta di culo che il tempo ha complessivamente tenuto (merito mio personale, che ho letteralmente offerto un sacrificio umano – il mio – di cui presto saprete); il sacrificio dello Speaker che – partito troppo tardi per cause indipendenti dalla sua volontà (e dalla nostra) – ha rinunciato a completare la propria gara per non lasciare senza commento l’evento. Non importa quello che racconta lui: io c’ero e, fidatevi, è andata come dico io.

Naturalmente, tutto è perfettibile: il ristoro poteva essere più abbondante (pare che inizialmente lo fosse, ma la sua ubicazione poco strategica non  lo ha immunizzato da incursioni ripetute degli stessi soggetti – terremo presente!), potevo far venire più sole, potevo trascinare di peso La Giraffa, potevo pubblicare prima le istruzioni per il cookie-kit, potevamo fare le magliette di un colore che mi sbattesse un po’ meno (agli altri stava bene, ma a me no, quindi andava cambiato), potevamo confezionare meglio… no, questo no:  le confezioni dei premi per la categoria Elite erano perfette così com’erano (vi invito ad ammirarne la grazia nelle foto di Emiliano Corona).

Insomma, vantarsi non sta bene, ma sono talmente fiera dell’operato dei miei piccoli lett-ori, che mi pareva un’ingiustizia non farne menzione, anche per permettere a sartine, cuochette, seguaci e lettori in generale di gioirne con noi.

… e poi volevo crogiolarmi ancora un po’ nel ricordo di una delle migliori domeniche d’autunno 2012, visto che immolerò buona parte delle altre al SAL della Giraffa.
A momenti rimpiango l’orienteering.

 

 

 

3 thoughts on “Larrycette dieci volte sul podio di Gropada 2012 (senza muoversi dal gazebo dello Speaker)

  1. Pingback: LARRYCETTE » Blog Archive » 22 dicembre 2012 [a che punto è la Larry]

  2. Pingback: LARRYCETTE » Blog Archive » Kastanjàc

  3. Pingback: Un piccolo lettore sulla cima del mondo | Larrycette

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *